TECNICHEAREEBLOGCONTATTI

Il BLOG

psicologia & psicoterapia

AUTOGENO.NET
Consulti Online
& in Studio a Torino
stati di ansia

Training autogeno e psicodinamica: rilassamento e viaggio dentro se stessi

28/12/2023

Il training autogeno può aiutare a ridurre lo stress e l’ansia, elementi che fanno ormai parte della nostra vita quotidiana. D'altronde, imparare a riconoscerli e gestirli è importante per affrontare con maggior serenità le nostre giornate.  

Può capitare che, nonostante tutta la nostra attenzione e il nostro impegno, le situazioni si evolvano diversamente da come avevamo programmato o da come avremmo voluto. Ciò può lasciarci frustrati e insoddisfatti e alimentare un circolo vizioso di stress e ansia.

Come fare, quindi, per non farsi sopraffare da queste risposte emotive? La ricerca della serenità interiore è un processo di crescita personale che porta la persona ad acquisire maggior consapevolezza delle proprie capacità e risorse interiori.

Non sempre si riesce da soli a trovare un equilibrio interiore, a volte può essere necessario intraprendere un percorso psicologico personale per portare alla luce competenze, qualità e abilità rimaste nascoste o inutilizzate.

Molti sono gli approcci psicoterapeutici validi per il trattamento dei disturbi d’ansia. Ci occuperemo del training autogeno tecnica di rilassamento e di introspezione che si basa sull'immaginazione e della psicoterapia a orientamento psicodinamico. 

Vediamo nel dettaglio in cosa consistono e come possono integrarsi all’interno di un percorso di crescita personale.

Cos’è il training autogeno

Noto per essere non solo una tecnica efficace per rilassare il corpo e la mente, ma anche un metodo per ristabilire un equilibrio fra la mente, il corpo e le emozioni.
Il training autogeno si propone di far raggiungere all’individuo un profondo stato di benessere psicofisico. Sviluppata dal neurologo e psichiatra I.H. Schultz nel 1932, questa tecnica aiuta il paziente a: 

  • avvertire un senso di calma e benessere: attraverso gli esercizi si apprende a lasciar accadere e ad allenarsi alla concentrazione passiva. Ciò produce delle modificazioni fisiologiche e psicologiche che producono una sensazione di calma e benessere; 
  • aumentare la consapevolezza: l’individuo comincia a conoscere meglio il proprio corpo, impara a entrare in contatto con sé stesso e a sviluppare capacità di auto-riflessione. Aumenta, quindi, la capacità di dialogare con se stessi, di riconoscere sensazioni ed emozioni.
  • fare affidamento sulle proprie risorse: il training autogeno migliora la consapevolezza dei propri limiti e delle proprie risorse e diventa uno strumento che dopo essere stato appreso può essere usato in completa autonomia.

Il training autogeno prevede una serie di esercizi di concentrazione mentale. La pratica giornaliera degli esercizi permette di raggiungere buoni livelli di distensione psicofisica, consente la regolazione spontanea di funzioni normalmente involontarie, favorisce il miglioramento delle prestazioni, la capacità di gestire gli stati emotivi nonché l’affinamento dell’introspezione e della consapevolezza di sé. 

Il training autogeno sollecita risposte psico-corporee che portano a uno stato di coscienza con caratteristiche simili a quelle del sonno e della veglia rilassata con sospensione dell’attività volitiva.

La tecnica è indicata non solo per problemi di ansia o ansia da prestazione, ma anche per chi soffre di depressione, insonnia, tensioni e disturbi psicosomatici.

Non vi sono controindicazioni nell’impiego di questa tecnica, ma solo non indicazioni. Il training autogeno non è indicato nei quadri psicotici gravi, nelle patologie cardiache in atto (infarto), nelle persone con difficoltà cognitive e in assenza di reali motivazioni nell’intraprendere il percorso.

Cos’è la terapia psicodinamica

L’approccio di tipo psicodinamico offre al paziente uno spazio di crescita emotiva e relazionale attraverso l’esplorazione di quegli aspetti del Sé che non sono pienamente conosciuti o compresi. La storia passata del paziente viene analizzata solo in funzione della comprensione di come il passato influenzi le sue percezioni, il suo mondo emotivo e il comportamento attuale.

La psicoterapia psicodinamica pone molto interesse sulla dimensione emotiva del paziente e sugli aspetti relazionali.  La relazione terapeutica si presenta come un fondamentale elemento trasformativo e lo psicoterapeuta è dinamicamente coinvolto nel processo relazionale.

La psicoterapia psicodinamica ha come obiettivo non soltanto il riuscire a superare o gestire meglio i sintomi che producono sofferenza o disagio, ma anche di liberare le risorse interiori della persona.

L’obiettivo della cura è dunque quello di aiutare il paziente a liberarsi dal peso e dal marchio delle esperienze passate in modo da poter vivere con più completezza il presente.

Il terapeuta non struttura attivamente la seduta e non segue uno schema prestabilito, ma il paziente è invitato a parlare liberamente di tutto ciò che gli viene in mente.

L’approccio integrato tra training autogeno e terapia psicodinamica

E’ possibile integrare in un percorso psicoterapeutico l’orientamento psicodinamico e l’orientamento autogeno (training autogeno). In tal modo le potenzialità di ciascun orientamento vengono rafforzate in un lavoro sinergico. 

Bibliografia 

  • Baruzzo, R. (2014). "Equilibrio personale e training Autogeno". Padova: Libreriauniversitaria.it.
  • Gabbard, G. O. (2015). "Psichiatria Psicodinamica". Milano: Raffaello Cortina.
  •  A cura di Pisani Francesca .Percorsi di intervento in psicologia clinica tra orientamento psicodinamico e orientamento autogeno” C.I.S.S.P.A.T.,Padova.
  • Schultz, I. H. (2001). Psicoterapia bionomica. "Un esperimento fondamentale". Milano: Masson.
  • Viola,  A. Psicoterapia Bionomico-Autogena e Io Immanente: "Una via verso l'armonia e l'individuazione del Sé".
  • Widmann, C. "Le terapie immaginative". Ravenna: Magi.
  • Widmann, C. "Manuale di training autogeno e tecniche di psicoterapia bionomica".
Laureata in Pedagogia presso la Facoltà di Magistero di Torino e in Psicologia con indirizzo clinico presso la Facoltà di Magistero dell’Università degli Studi di Padova, ho conseguito la specializzazione quadriennale in Psicoterapia Psicodinamica presso l’Istituto di Psicoterapia Psicodinamica di Torino.

Anna Ambiveri

psicologa & psicoterapeuta

CONTATTAMI
STUDIO PSICOLOGIA
AUTOGENO
Psicologia e Psicoterapia
a Torino ora anche online
VIA GIOVANNI NAPIONE, 20
P.ZZA VITTORIO - VANCHIGLIA
TORINO (TO)
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram