Disagio Esistenziale

/Disagio Esistenziale
Disagio Esistenziale2018-05-09T08:12:09+00:00

Disagio esistenziale: cosa fare, come riconoscerlo e come risolverlo

Il  disagio esistenziale  è una condizione di sofferenza che colpisce molte persone nella società moderna, esso si manifesta con profonda angosciosa associata ad un senso di perdita di identità  e di significato della propria vita, senso di vuoto interiore, mancanza di motivazioni, apatia e bassa soglia di tolleranza nei confronti degli imprevisti.

Sebbene possa sembrare qualcosa di più tipico dei filosofi e di alcuni grandi artisti del passato, il disagio esistenziale può essere provato da ognuno di noi. E’ una condizione dalla quale è possibile   risollevarsi e dalla quale ripartire con più consapevolezza di prima verso il proprio futuro.

 

Cause del disagio esistenziale

Il disagio esistenziale quasi sempre segna un passaggio tra due periodi della vita. Alla base possono esserci sentimenti complessi quali le  delusioni  , le frustrazioni, le amarezze, i rimpianti, le perdite cui si è andati incontro. Il disagio esistenziale è legato, allora, anche alla consapevolezza che tanti sogni non si sono realizzati, forse perché appunto “sogni” oppure alla presa di coscienza che non è più il tempo per poter realizzare quei desideri o fare quelle esperienze.

 

A questo punto non è difficile capire come questi  sentimenti dolorosi  siano piuttosto comuni nella vita delle persone di qualsiasi età. Abbiamo detto che si tratta di un  periodo  di passaggio. I passaggi delicati nei quali può essere a rischio la nostra stabilità emotiva sono molti. Ad esempio il passaggio dall’adolescenza alla giovinezza e all’età adulta, il passaggio dal liceo all’università, il passaggio dalla  vita lavorativa   al pensionamento oppure l’uscita di casa dei figli che lasciano il cosiddetto “nido vuoto”. Per una donna il passaggio dall’età fertile alla menopausa. Sono tutti eventi che sanciscono dei cambiamenti. Questi ultimi possono essere vissuti con molta naturalezza oppure possono diventare un  motivo di sofferenza.

 

Come risolvere il disagio esistenziale

La  psicoterapia  può essere un valido aiuto per imparare a capire il disagio esistenziale.

Questo strumento di supporto   stimola il dialogo  e accompagna la persona nella riflessione, per aiutarla a uscire dalla stagnazione e trovare o ri-trovare un senso al proprio vivere. Lo specialista non offre risposte o soluzioni pre-confezionate, ma aiuta la persona a trovare la propria strada da percorrere.

Non esistono quindi “bacchette magiche”, ma è la  riflessione  a far trovare la via. Il supporto esterno serve per imparare a trattare il problema da più prospettive e aiutare la persona a riavviare la propria  creatività bloccata e a ridimensionare gli aspetti emotivi.