Corso Training

//Corso per operatori di primo livello di Training Autogeno analitico, immaginativo e simbolico

Corso per operatori di primo livello di Training Autogeno analitico, immaginativo e simbolico

Corso per operatori di primo livello di Training Autogeno analitico, immaginativo e simbolico

Finalizzato all’accesso all’Albo degli Operatori di I livello dell’ICSAT
Il corso è rivolto a psicologi, psicoterapeuti, medici, o laureandi in psicologia e medicina

Organizzazione

logo centro bionomia moncalieri

CENTRO BIONOMIA
MONCALIERI

Scuola Superiore di Psicoterapia Bionomica riconosciuta dal MIUR con D.M. del 9/10/2001

ICSAT
Italian Commetee of Study of Autogenic Training,Therapy and Psychotherapy

Relatori

Dott. Walter Orrù
Psichiatra psicoterapeuta, Direttore della Scuola di Psicoterapia Bionomica del FORMIST e Direttore dell’ICSAT.

Dott.ssa Anna Ambiveri
Psicologa psicoterapeuta, Membro ICSAT – cofondatrice e responsabile del Centro Bionomia, sede ICSAT di Moncalieri (TO).

Dott.ssa Laura Borgialli
Psicologa psicoterapeuta, Membro ICSAT – cofondatrice del Centro Bionomia, sede ICSAT di Moncalieri (TO).

Dott.ssa Laura Soliman
Psicologa Membro ICSAT.

Il Programma

Sono aperte le preiscrizioni per accedere al corso di formazione per operatori di training autogeno bionomico analitico, immaginativo e simbolico che avrà inizio a febbraio 2017 . Sono disponibili un massimo di 10 posti e il corso parte al raggiungimento del numero minimo di 5 iscritti .
Il corso è organizzato dal Centro Bionomia, sede ICSAT di Moncalieri (TO), in collaborazione con la Scuola di Psicoterapia Bionomica del Formist riconosciuta dal MIUR e con l’ICSAT (Italian Commetee of Study of Autogenic Training, Therapy and Psychotherapy)
Il corso si articolerà in 7 incontri di 8 ore, più un esame finale per un totale di 60 ore. Gli incontri saranno il venerdì pomeriggio ed il sabato mattina o il sabato tutto il giorno con cadenza quindicinale o mensile, anche in funzione delle preferenze dei partecipanti.

Il Metodo

Il Training Autogeno di base è il primo momento di quella tecnica più ampia che è chiamata Training Autogeno e che comprende al suo interno anche il Training Autogeno Superiore. Appartenendo all’impianto tecnico della psicoterapia bionomico-autogena, anch’essa creata da I. H. Schultz nel 1951, esso ha delle specifiche proprietà in senso analitico, immaginativo, simbolico e corporeo. Il training autogeno di base che viene proposto è quello classico, in linea con i principi dell’ortodossia schultziana, che è stata particolarmente perseguita ultimamente dalla Scuola di Cagliari.

Il percorso, nello specifico, sarà differenziato in base al profilo formativo ed alle esigenze degli iscritti, in “training autogeno educativo” e “training autogeno psicoterapico”. Il training autogeno educativo è una tecnica educativa passiva che si propone attraverso l’educazione autogena della volontà di educare o di rieducare/riabilitare il soggetto alla cura di sé, all’adesione al progetto di cura, alle relazioni interpersonali di varia complessità, all’attività lavorativa e all’autonomia abitativa. Si propone inoltre di educare il soggetto all’apprendimento, allo sviluppo e alla scoperta di nuovi comportamenti e nuovi atteggiamenti che siano coerenti coi suoi valori di salute.

L’utilizzazione potrà essere pertanto in ambito scolastico, socio-sanitario, rieducativo, ma anche sportivo ed aziendale. L’utilizzazione clinica del training autogeno , ovvero in contesti psicoterapici (e pertanto riservato esclusivamente agli psicoterapeuti diplomati nelle scuole riconosciute dal Ministero dell’Università) consente un’espansione notevole della coscienza agli strati più profondi della personalità; quegli strati in cui albergano immagini primordiali che contengono a loro volta elementi individuanti del piano di vita del soggetto, in piena armonia con la teoria autorealizzativa di Schultz.

Un’utilizzazione in senso psicoterapico consente peraltro il recupero e il ripristino delle deviazioni dalla realizzazione del piano di vita del soggetto, la cui maturazione realizzativa è stata interrotta o distorta da traumi o deviazioni educative o sociali. Oltre agli aspetti distensivi o di rilassamento che la tecnica possiede, essa si rivela veramente efficace in tutti i disturbi del corpo di tipo psiconeurovegetativo, per le sue peculiarità di instaurazione di un nuovo regime sensoriale maggiormente conforme alle potenzialità del piano di vita del soggetto. È proprio questa nuova possibilità, ben studiata dall’approccio bionomico della Scuola di Cagliari, che ne sta decretando un nuovo successo.

Location

Informazioni

COSTI DEL CORSO

PROFESSIONISTI

700 € in un’unica soluzione oppure 800 € dilazionati
LAUREANDI
600 € in un’unica soluzione

2018-05-08T13:56:26+02:00