TECNICHEAREEBLOGCONTATTI

Il BLOG

psicologia & psicoterapia

AUTOGENO.NET
Consulti Online
& in Studio a Torino
stati di ansia

Scarsa autostima: quali sono le motivazioni?

28/06/2022

La scarsa autostima può dipendere da tante cause, come delusioni amorose o lavorative, stress psicologico, difficoltà ad apprezzare il proprio corpo, bullismo. Anche le critiche eccessive da parte delle figure di riferimento, che nella maggior parte dei casi sono i genitori, influiscono nel generarla. Molti esperti sostengono che buona parte dei casi siano da attribuire agli errori commessi proprio dai genitori con i figli mentre sono ancora piccoli.

A confermarlo sono alcuni studi recenti che dimostrano come la bassa autostima abbia origine all’interno della famiglia e che le esperienze vissute durante l'infanzia contribuiscano ad interiorizzare nei bambini l'idea di non essere degni d’amore, abbastanza o di avere un difetto. La responsabilità della scarsa autostima è quindi da attribuire tutta ai genitori?

Seppure essi abbiano un ruolo importante nel generare tale stato d’animo nei bambini ancora piccoli, in realtà non possono essere considerati gli unici responsabili, anche perché l’autostima è un processo che si costruisce nel tempo e non solo all’interno della famiglia, ma nel confronto con la società, anche virtuale.

Ad ogni modo, è comunque vero che i comportamenti dei genitori e delle altre persone significative che ruotano intorno al bambino influenzano lo stato del bambino.

Scarsa autostima: come possono influire i genitori e conseguenze dei loro errori

Un aspetto importante da considerare prima di approfondire come possono influire i genitori o chi per essi nel generare la scarsa autostima nei loro figli, è che la mente nasce relazionale e il bambino impara quello che gli adulti gli rispecchiano. Il bambino inizia a sviluppare l'autostima già a cinque anni.

Si tratta di una scoperta relativamente recente che si lega anche a tutti gli studi della ricerca sull'infanzia, che ha quindi confermato che fin da piccoli nei bambini si formano degli schemi e le esperienze cominciano ad avere un peso. A seconda delle esperienze e del feedback ricevuto, prendono forma gli schemi negativi e, se si ripetono, sono più difficili da modificare nel tempo.

È proprio quello che accade una volta adulti. Se per lungo tempo non ci si è sentiti all'altezza per le esperienze che si sono fatte, sarà difficile abbandonare questa forma di pensiero che poi rischia di influenzare negativamente ogni ambito della propria vita.

I piccoli, infatti, che recepiscono questi messaggi costantemente possono cominciare a credere di non essere abbastanza capaci e se non accade nulla che rompa questo circolo vizioso trascinano il problema fino all’età adulta, quando diventa poi difficile sradicare quelle convinzioni che ormai fanno parte del proprio pensiero e si attivano in modo inconsapevole.

A sviluppare la tendenza alla scarsa autostima possono essere le critiche eccessive da parte dei genitori, un mancato interesse nei confronti dei figli che si sentono indesiderati e non amati, gli abusi, spesso presenti in tante famiglie, ma anche l'incontro con insegnanti svalutanti o fenomeni di bullismo da parte dei pari.

I bambini vedono quindi il mondo attraverso gli occhi dei genitori o di altre figure di riferimento che si occupano di loro e, in un ambiente in cui c’è poca attenzione nei loro confronti, è facile crescere con una bassa autostima e sviluppare insicurezza e sfiducia.

Non solo, possono sviluppare la tendenza di negare a sé stessi le proprie esigenze e i propri bisogni, e perfino avere la percezione di non godere del diritto di esistere, arrivando persino all’auto-negazione.

 
Quale percorso intraprendere per liberarsi della scarsa autostima

La soluzione ideale per non sviluppare un senso di scarsa autostima sarebbe quella di crescere in un ambiente in cui è presente e tangibile l’amore, un attaccamento profondo e sicuro in cui in caso di contrasti, ad esempio, essi si possano risolvere in termini evolutivi.

Un ambiente familiare in cui è permessa la facoltà di esplorare aiuta a sviluppare una buona autostima, ma non tutti hanno la fortuna di crescere in questo tipo di ambiente, per cui da adulti dovranno lavorare per conquistare la stima di sé stessi e ricostruire la propria identità e personalità.

Un percorso che consente di ottenere risultati è quello offerto dalla psicoterapia da svolgere presso professionisti del settore, che sanno come indirizzare il paziente verso un cammino volto a renderlo protagonista della propria vita.

La valutazione realistica delle proprie qualità, dei propri punti di forza e delle proprie debolezze è la fase fondamentale per diventare consapevoli delle proprie emozioni, in particolare di quelle negative. Imparare a coltivare il rispetto di sé e la fiducia nelle proprie capacità è cruciale per costruire le basi della felicità. Questo si può fare in psicoterapia grazie alla presenza di un altro, interessato e coinvolto che rispecchia e riconosce i bisogni e le emozioni del paziente.

Per questo l’autostima va curata e coltivata ogni giorno, allo stesso modo di una pianta che ha bisogno di attenzioni per crescere rigogliosa. Un percorso terapeutico mirato è essenziale per svolgere un lavoro personale profondo sulle esperienze passate e acquisire la consapevolezza di vivere agendo nel presente grazie alla propria unicità.

Riuscire ad accettarsi e riconoscere limiti, fragilità, bisogni personali e potenzialità del proprio essere, quindi, sono aspetti determinanti per scacciare la scarsa autostima e conquistare una visione migliore di sé stessi.

Sono laureata in psicologia clinica e di comunità presso l’Università degli Studi di Torino e iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Piemonte al n 8247.

Ivana Cerruti

psicologa & psicoterapeuta

CONTATTAMI
STUDIO PSICOLOGIA
AUTOGENO
Psicologia e Psicoterapia
a Torino ora anche online
VIA GIOVANNI NAPIONE, 20
P.ZZA VITTORIO - VANCHIGLIA
TORINO (TO)
Anna Ambiveri
PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA
P.IVA 11298580017
(333) 456.35.86
annaambiveri@alice.it
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram