La Rimozione degli Ostacoli

blocco psicologicoNel corso della crescita e della maturazione personale si possono incontrare delle difficoltà legate alla presenza di ostacoli esterni e/o interni che limitano o inibiscono la possibilità di utilizzare le risorse insite nel proprio piano di vita. Questi ostacoli sono subdoli, poiché, spesso, si fanno conoscere solo nei risultati che producono. Nascono così i sintomi fisici e psichici che creano malessere e che spesso da soli non si riescono a superare. E’ necessario chiarire che non si tratta di incapacità personale o di mancanza di forza di volontà. Come una malattia organica necessita dell’appropriata cura, così il malessere psicologico necessita di un opportuno trattamento.

Spesso chi sta male viene colpevolizzato o si sente colpevole, poiché non riesce ad aver ragione da solo dei sintomi più o meno invalidanti. Può provare vergogna a parlarne, poiché teme di essere giudicato negativamente. Tuttavia, questi sono pregiudizi che pian piano si stanno superando. Il disagio psicologico ha tante sfaccettature e sfumature e assolutamente non deve essere identificato o confuso con la “malattia mentale”. Il disagio psicologico, se trascurato, può essere pericoloso tanto quanto una malattia organica ignorata o mal curata. L’esito sarà sempre un peggioramento della situazione e della qualità della vita e potrà essere necessario un trattamento più lungo per ritrovare il benessere.

RIMUOVERE GLI OSTACOLI ALLO SVILUPPO INDIVIDUALE

I sintomi hanno un loro linguaggio ed un loro significato, sono messaggi che hanno origine nell’inconscio quanto vi sono degli ostacoli alla libera espressione delle potenzialità interiori della persona. Ci si può domandare che cosa vuole comunicare l’inconscio quando origina malesseri e disagi. Il trovare un senso a ciò che capita è la strada per rimuovere gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento della propria “autenticità”.

I semplici interventi sui sintomi sono poco efficaci, spesso può esservi uno spostamento del problema con la comparsa di un altro sintomo. Solo lavorando sugli strati più profondi della personalità sarà possibile trovare la soluzione al malessere.

Secondo Schultz, il padre della pasicoterapia bionomica le nevrosi si differenziano a seconda della fonte della loro formazione. In tal senso non vi sono sintomi specifici per ogni forma di nevrosi, i sintomi possono essere molto simili tra loro, ma avere significati e senso molto diversi. La psicoterapia bionomica, con le tecniche autogene favorisce l’emergere di immagini del profondo che contengono in sé i semi della guarigione.